Latina, al via il processo per evasione fiscale a Tiziano Ferro

FacebookTwitterGoogle+

Tiziano Ferro

Ha preso il via presso il tribunale di Latina il processo per evasione fiscale a Tiziano Ferro: la popstar è comparsa davanti al giudice monocratico Lorenzo Ferri, che ha rinviato la prossima udienza del procedimento al 23 dicembre prossimo perché in procinto di essere trasferito. Come riferisce l’edizione online del Messaggero, il cantante è finito nel mirino del fisco perché sospettato di aver evaso tre milioni di euro tra il 2006 e io 2008, quando l’artista risiedeva ufficialmente a Londra: se da una parte Ferro – per l’occasione difeso dall’avvocato Giulia Bongiorno, già presidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati in quota PDL e celebre alle cronache giudiziarie per aver assistito Raffaele Sollecito durante il processo per l’omicidio di Meredith Kercher – ha sempre negato ogni addebito, dall’altra la Procura della Repubblica sospetta che l’artista non abbia passatto abbastanza tempo fuori dall’Italia per poter rivendicare un’effettiva residenza all’estero. Dopo il fallimento dell’impugnazione di fronte alla commissione tributaria provinciale delle quattro cartelle esattoriali già fattegli recapitare, al cantante è stata negata anche l’adesione allo scudo fiscale. (Rockol)

Questa voce è stata pubblicata in News e Concerti. Contrassegna il permalink.