Sanremo 2012: Celentano polemiche e fischi

FacebookTwitterGoogle+

Adriano Celentano ha sferrato un nuovo attacco alla stampa cattolica. “La corporazione dei media si è coalizzata in massa contro di me – ha detto – neanche avessi fatto un attentato contro lo Stato”. Poi ripete che “Avvenire” e “Famiglia Cristiana” andrebbero chiusi perché si occupano di politica e non di Dio. Ma il pubblico contesta con fischi e urla “basta”.

Celentano si è presentato sul palco alle 22:40 come previsto. Pronti via con il rock’n’roll di “Thirteen Women” di Bill Haley. E poi via con il monologo. Celentano torna subito sulla questione della chiusura di “Avvenire” e “Famiglia cristiana” e dopo qualche minuto dalla sala arrivano proteste. Qualcuno urla “basta”, lui si ferma, sorride con un certo imbarazzo e poi riprende non senza aver ribattuto con un “perché non mi fate finire di parlare? Magari devo dire qualcosa di interessante”.

Alla fne del duetto con Adriano Celentano sulle note del brano “Ti penso e cambia il mondo” Morandi si è commosso fino alle lacrime.     “E’ il festival di Morandi” ha detto Celentano, prima di un affettuoso abbraccio. E Morandi: “In questi dieci minuti insieme a lui ho rivissuto le immagini della mia vita, da quando ero ragazzino e lo imitavo. Mi sono emozionato molto”.

Questa voce è stata pubblicata in News e Concerti. Contrassegna il permalink.